In biblioteca

Le letture animate, leggere e divertenti, si rivolgono ai più piccoli e vengono proposte principalmente alle biblioteche, ma possono essere richieste da chiunque in occasione di feste o per animare occasioni volte all’intrattenimento intelligente dei bambini.

L’attività dura un’ora ed è composta dalla lettura ad alta voce di uno o più libri per bambini e da un’attività creativa. Su richiesta possiamo organizzare una merenda a tema.

Le letture animate che proponiamo sono tematiche, ma siamo disponibili a valutare una vostra selezione di libri da animare in particolari occasioni.

io non ho paura del lupo

Ma il lupo è davvero così cattivo? Quello che popola le favole dalla notte dei tempi, evocato in passato per “tenere a bada” bambini turbolenti, è spesso associato a cattiveria e ferocia. Nella realtà il lupo è un animale selvaggio che ha scontato la sua cattiva fama sino quasi all’estinzione.

Leggiamo le favole che parlano di lupi cattivi e di lupi buoni, per scoprire che questo magnifico animale non è così cattivo come l’uomo lo ha sempre dipinto.

il mio amico albero

Sono rari gli alberi nelle favole e quando ci sono difficilmente prendono parola. Il più delle volte fanno solo da sfondo: boschi incantati, piante che avvolgono castelli, o che sono il mezzo per scalare cieli e raggiungere orchi, lune piene, mondi fantastici.

Con le letture dedicate agli alberi, invece, vogliamo proprio scoprire cosa fanno i nostri amici alberi durante la loro immobile e silenziosa vita, capire se sono felici sempre o qualche volta no, capire come si sentono quando stacchiamo loro un ramo o quando li abbracciamo. Vogliamo scoprire i segreti degli alberi, questi meravigliosi ed essenziali esseri viventi.

la magia delle pietre

Una montagna fatta di speciali pietre, l’avidità degli abitanti del villaggio e una topolina che vuole salvare l’isola. Ma come potrà andare a finire? Ci riuscirà oppure no? Lo scopriremo sul momento perché il finale è a sorpresa.

Una bellissima favola, moderna ed ecologica, un piccolo dono che ciascun partecipante potrà realizzare e conservare, oppure regalare, per ricordare che la terra è una e insostituibile.

una festa sotto l'albero

Un albero su tutti, l’abete, è stato scelto come uno dei simboli delle festività natalizie. A Natale, una festa riconosciuta a tutte le latitudini, l’abete si decora con molti oggetti scintillanti e deve essere ben addobbato perché sotto l’albero qualcuno metterà i doni. E se i doni tardano ad arrivare? E poi, nella foresta chi li porta i regali agli animali?

Creiamo l’atmosfera giusta e, sotto l’albero, festeggiamo l’arrivo del freddo, dei doni e del momento più atteso dell’anno, leggendo racconti e realizzando con le nostre mani un oggetto per uno speciale augurio.

Per parlare ai più piccoli del mondo che ci circonda, dei suoi problemi e della sua storia, proponiamo le narrazioni animate, eco-storie scritte dai nostri operatori o leggende della tradizione popolare, narrate e animate con la tecnica del microteatro da Anna.

Le narrazioni animate diventano momenti di coinvolgente fantasia dove l’immaginazione prende corpo e rinnova la tradizione.  L’attività dura un’ora ed è composta da una narrazione e da un laboratorio ludico-creativo o didattico, volto a comunicare elementari concetti legati all’ambiente.

la rana Verdina

Creativa, ingegnosa, coraggiosa e candida, a dispetto del suo colore verde brillante, la rana Verdina è uscita dalla penna di Cristoforo Vecchietti per raccontare storie sui problemi più pressanti dell’ambiente in cui vive.

Scegli tra le quattro avventure la tua preferita.

Larghi, larghi…. cade, la bomba… La bomba cadeeeee… Verdina allerta tutti gli animali del giardino, ma la “bomba” fa solo “tonk”. Iniziano le ipotesi sulla natura della “bomba” e le esplorazioni dei più coraggiosi, per liberarsi del pericoloso oggetto. Ma questa volta per risolvere la situazione ci vorrà un piccolo gesto umano.

La rana Verdina, stanca del tanto gracidare che aveva fatto negli ultimi anni, decide di andare in vacanza. Prepara le valige, arriva all’aironporto e parte per il mitico Lago Dorato. Ma quando arriva le cose non sono proprio come l’amico Ululone le aveva descritte…

Ronfeo la talpa dorme sonni beati da due giorni, unico a non sentire la strana puzza che da giorni attanaglia tutti gli animali della lanca. Verdina riesce finalmente a svegliarlo e grazie alla geniale collaborazione di Ronfeo, risolverà una volta per tutte la situazione.

Dopo aver esplorato il mondo, Verdina torna a casa nella sua splendida lanca lungo il fiume. Il paesaggio, però, non è proprio come se lo ricordava. E poi… Cosa? Cosa dici? Non ti sento! C’è un frastuono assordante!

Lodigiano e dintorni

Leggende e vecchie storie lodigiane, lombarde e italiane, quelle che abbiamo ascoltato da piccoli, che ci hanno accompagnato nei sogni avventurosi di tante notti, quelle tramandate dai bisnonni e ascoltate da voci intriganti. Raccontiamo per tenere in vita le vecchie storie e proseguiamo la tradizione, tramandata con l’oralità, di costruire nuove storie partendo da quelle tradizionali.

Scegli la tua storia preferita della tradizione lodigiana oppure una nuovissima storia del Ciclo di Tarantasio scritto da Cristoforo Vecchietti.

Il lago nei pressi della città è infestato da un pestifero drago che semina il terrore. I giovani del paese si armano di lance e giavellotti e partono alla ricerca del mostro puzzolente… Scopriamo come va a finire la classica leggenda di Tarantasio.

Uh, che prurito Tarantasio, gratta, gratta, il drago è così infuriato che rischia di provocare una guerra tra paesi confinanti! Ma cosa sta succendendo all’acqua del lago?

Una nuova storia a sfondo ecologico, per continuare la tradizione di Tarantasio.

Notte senza luna, Eginaldo parte per cercare il drago e ammazzarlo, ma del drago non c’è traccia. Un suono sinistro proviene dai più reconditi anfratti del lago…

Eco-fiaba nel solco della tradizione di Tarantasio.

Tarantasio si sveglia in un lago… in un lago… ma questo non è il suo lago! E sulla barca non c’è Eginaldo con la solita lancia, ma una soave e furtiva Sterlenda che… che ci fa Sterlenda nella barca? Scopriamolo insieme in questa storia di Tarantasio al fremminile.

Tra le tante bambine che vanno da sole per il bosco, Catrinen è specializzata in frittelle. Nella storia ci sono una bambina, il solito lupo mellifluo e una mamma risoluta.

Una vecchia storia per bambini della tradizione lodigiana.

Lambro e altri fiumi

I fiumi con il loro flusso, il loro scorrere, sono ispiratori di storie che si tramandano tra le popolazioni rivierasche.

I fiumi sono stati per lungo tempo abbandonati, la loro salubrità messa a rischio, la loro vitalità dimenticata; anche le tradizioni ad essi legate sono andate scomparendo. Ma non è detta l’ultima… storia.

I fiumi sono risorsa per tutti. Ci riavviciniamo ai fiumi ascoltando i racconti tradizionali e le nuove storie fluviali scritte da Anna Maria Rizzi.

Scegli tra i racconti tradizionali di fiume o le nuove storie.

Mentre scorre, il fiume racconta di leggende tramandate da tempo immemorabile. Ascoltiamo l’acqua scorrere, ascoltiamo il fiume raccontare.

Colorino vive nel suo bel fiume trasparente e ama tantissimo farsi portare dalla corrente limpida. Ma un bel giorno il fiume inizia a tingersi di insoliti colori e a popolarsi di inquietanti presenze…

Acqua limpida, fresca, Colorino sta giocando a farsi trasportare dal fiume; mentre nuota a pancia in su la curiosità lo assale: cosa ci sarà mai sopra lo specchio increspato della corrente?

frutti e foglie da mangiare

Colori e sapori della natura, ispiratori di moderne leggende scritte da Cristoforo Vecchietti partendo da elementi storici e scientifici reali. Le storie così costruite incuriosiscono i più piccoli e li avvicinano al mondo vegetale buono da mangiare: cambieremo il loro modo di pensare a una mela!

Nel bazar di Fruttambul non si trova più una mela neanche a pagarla oro. E nemmeno nei bazar delle altre città! Che fine avranno fatto tutte le mele della regione? Seguiamo Mel-el nel suo viaggio alla ricerca delle mele perdute.

Una famiglia che vive dei prodotti del bosco, una principessa sdegnosa, uno stregone malvagio, un nonno sapiente e il piccolo Egil che scioglierà l’incantesimo trovando i frutti dimenticati.

Una mela, un mandarino, una banana ed un ananas decidono di scappare dal banco frutta del supermercato: hanno nostalgia di casa e affronteranno un lungo viaggio per rivedere i luoghi dove sono nati.

Lupolento in azione per WWF Lodigiano

Alcuni momenti delle letture animate sul lupo in occasione della mostra WWF tenuta a febbraio 2020 alla Biblioteca Laudense.

Organizziamo insieme un evento in biblioteca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: